Digital mama? Ecco le App che ti salvano la vita!

 

Ebbene sì io sono una Digital mama. E come tutte le mamme che lavorano, il ritorno in ufficio è stato #agghiacciante. Mentre scrivo un copy o navigo per analizzare un sito, mi devo ricordare del pediatra, chiamare la baby sitter per sapere se il nano sta bene, non dimenticare la lista della spesa. E…che cavolo cucino stasera? Mica si può mangiare pizza tutti i giorni..o sì? E se il piccolo Justin Bieber decide di assordare con il suo pianto tonante la mia Mary Poppins??? Chi riuscirà a calmarlo? Io che conosco a memoria tutte le canzoni Disney, come faccio a cantargliele mentre cerco di terminare la presentazione per il workshop?!?

Illustrazione di Tara Hardy

Ho chiesto aiuto a San Smartphone da Cupertino! Mamme della rete vi svelo i miei trucchi per essere una digital mama senza finire in manicomio! Ecco 4 app per cui mi benedirete a vita:

  1. Wunderlist – Una app per creare liste e calendari di ogni tipo: dalla lista della spesa agli impegni della settimana. L’app ti avvisa e ti ricorda cosa fare e quando, puoi anche condividerla con chi vuoi! Non hai tempo per fare la spesa? No problem, ci pensa magari la tua dolce metà. Non ci saranno più scuse: “ah sì, ma sai, avevano finito il latte, le cavallette hanno distrutto il supermercato, oh non sai che mi è successo…”
  2. Cloud baby Monitor – Quando diventi una digital mama, magari viaggiando spesso, come capita a me, stai sempre a domandarti: la baby sitter sarà una di quelle psicopatiche da film horror? Il papà gli metterà il pannolino al contrario? Mia suocera si addormenterà prima di lui mentre guarda Milly Carlucci? Nella mente si configurano gli scenari più assurdi. Un commando di rivoluzionari sudamericani che entra e arruola il nano tra i mercenari. Un tornado si abbatte sulla casa e si porta via la culla con il nano dentro. Il fantasma dello zio vuole fare del nano il suo discepolo. Insomma per stare tranquilla ho scaricato questa fantastica app che monitora il bimbo audio/video anche quando sei fuori casa. Metti un dispositivo nella culla (tipo il tablet) e con il telefonino ti colleghi. Ti mostra le immagini e ti fa sentire i suoni ma soprattutto, se il bimbo si sveglia, ci puoi anche parlare! Ora non mi pronuncerò sugli effetti perversi di questa tecnologia ovviamente. Certo, al nano fa un po’ effetto sentire la mia voce e non sapere dove sono, ma per la psicologa c’è sempre tempo.
  3. Piccole Ricette – Il momento più critico: il nano fa il suo lungo riposino di 15 minuti prima di cena e, manco fosse un pressure test, devi inventarti la cena, con quello che hai nel frigo (perché il compagno di vita non ha guardato la Wunderlist della spesa…). Panico? No! Piccole ricette! L’app salvavita che ti risparmia il gastroenterologo! Ha mille funzioni e filtri con cui selezionare ricette che hanno tempi di preparazione anche velocissimi. Senza glutine, vegane, senza lattosio (perché il Compagno magari è pure intollerante…). In più puoi contare su uno strumento eccezionale: l’inDISPENSAbile. Inserisci quello che hai in dispensa e ti dà la ricetta perfetta da realizzare in base ai tuoi tempi. Miracoli della tecnologia.
  4. Sleep pillow sounds – Se c’è una cosa che le digital mama che lavorano proprio non si possono permettere è di non dormire. Invece i nani hanno un sesto senso per questa cosa. Scelgono (volontariamente, lo giuro) che il momento migliore per condividere la loro visione del mondo con la mamma è la sera. Perché addormentarsi subito quando la notte è giovane? Di solito non c’è trucco che tenga: il nano ha un obiettivo e farà qualsiasi cosa per non chiudere i suoi splendidi occhietti ad un orario decente. Ma la creatura non ha fatto i conti con Sleep pillow sounds: una app che propone una vasta scelta di suoni naturali e 300.000 combinazioni e mix per favorire il relax dei bimbi e accompagnarli tra le braccia di Morfeo. Ha un timer per spegnersi sfumando i suoni e una sveglia graduale. Beh, spero di avervi reso la vita un pochino più facile, se siete come me Digital mama…non ne potrete fare a meno!