Cinque blog che ci piacciono e vi consigliamo di seguire (specie al rientro dalle vacanze!)

Cari Gazdulettori, siete ormai tutti rientrati dalle vacanze? Avete disfatto le valigie, ricevuto le ultime cartoline, messo via i costumi da bagno e ripreso gli ombrelli? Sì, eh? Vi capiamo. Aspettavamo proprio voi per ripartire con la nostra rubrichina di web-consigli e chicche da seguire. Vi sentite leggermente incupiti, con il morale un po’ fiaccato e circondati da troppo grigiore? Ci pensiamo noi a segnalarvi cinque-blog-cinque che, speriamo, potranno darvi una mano a recuperare un po’ di buonumore. It’s #ColiBack, folks! Pronti? Via.

1) #LeDieci aka @Ledieci


Sia che parlino di spade laser, accessori voodoo o gadget da viaggio, a noi gazduni le classifiche piacciono taaaanto tanto. Per questo non potevamo che adorare Le dieci.
Mondi meravigliosi (al momento sono 433) tutti messi in ordine dal numero 10 al numero 1.
Dai 10 accessori di un vero-finto intellettuale a i 10 giochi a cui non può giocare un daltonico, Gli argomenti sono infiniti, i gradini solo dieci. Ma i sorrisi (e i sogghigni) che questi eterogenei decaloghi vi strapperanno saranno molti di più, promesso!

2) #IstruzioniPerL’uso di Marina Abatista aka @Brezza_Marina

Marina Abatista, un bel giorno, ha deciso che il mondo funzionerebbe molto meglio se avessimo tutti un bel libretto di istruzioni per l’uso incorporato. Come darle torto? Forse si perderebbe un attimino di suspense, ma sai quanta fatica risparmiata? E allora ha promosso un interessantissimo progetto fotografico in cui ritrae volti della gente, assieme alle “istruzioni” ad essi correlate. Da scoprire. Perché “Così sai com’è che funziono. Mica perché sei tonto, è che siamo tutti ingranaggi.” Parole sue.

3) #PerfectlyTimedPhoto di @HorseHeadHuffer

Qual è il requisito che fa di una fotografia qualcosa degno di essere guardato? Il soggetto? Forse. Le luci? Mah, anche. L’arte che trasuda dall’immagine bloccata in un istante? Uff, sì, dai. Che altro? Ma il tempismo, gente! Il tempismo!
Quell’istante preciso in cui si ode il click che immortala un prodigio che una frazione di secondo prima non c’era e una frazione di secondo dopo è già svanito. Scivoloni, smorfie, prospettive ardite, attimi fuggenti che non fuggiranno mai più, tutti votabili dagli utenti.
Ecco cosa troverete in questo sito, in pieno stile “I Can Haz a Cheezburger”.
E immortalarvi un sorriso non sarà davvero questione di pochi attimi!

4) #HipsterHitler aka @HipsterHitler


Dice tutto il titolo
, già inserito da Zaziwo Ford tra le tre migliori assonanze della sua vita.
In questo blog potremo calarci in un mondo parallelo, fatto di sofisticati fumetti, dove un certo dittatore spesso molto citato su internet ha sviluppato la personalità di coloro che “sogghignano quando dici che ti piacciono i Coldplay, (…) indossano t-shirt con citazioni tratte da film di cui non hai mai sentito parlare” (cit. Wikipedia alla voce hipster).
Riesce nell’impresa di non essere né banale né volgare, ma divertente e ben fatto? Secondo noi, ci riesce eccome. Ma non sogghigneremo a chi dice il contrario!

5) #RecensionFacciali aka @RecensioniFacciali

Ecco, qui è stato amore a prima vista. Prendete un libro, uno che avete letto sotto l’ombrellone magari (no, le cinquanta sfumature nnnno!), e recensitelo.
Avete già prodotto otto pagine word fitte-fitte? Ma non servono! Cosa c’è di più eloquente di un’espressione del viso? Diretta, veritiera, empatica. Quindi ecco il lampo di genio: recensire opere letterarie con uno sguardo, una smorfia, un cipiglio o una mimica eloquente. L’idea è geniale, il blog carinissimo e gli amministratori super-disponibili a raccogliere tutte le facce del mondo, dai bei visini ai ceffi improponibili. Come mai lo sappiamo? Ehehe… diciamo che presto avrete delle gazdu-sorprese a riguardo. Sorprese facciali, ovviamente.

Ed ecco tutto, cari amici di Gazduna. Vi è tornato il sorriso? Vi si sono riempiti di sole gli occhioni, anche solo per un attimino-ino-ino? Noi speriamo di sì. I ColiFriday ritornano il primo venerdì di ottobre. Per quel giorno, almeno, il ricordo delle vacanze sarà ancora più lontano. Che fortuna, eh?