Piattola.com: chi cerca… cerca. E basta!

Meme: cercare con google, trovare con la mamma! ;)Avete letto il meme qui sopra? Pura verità. Oggi possiamo cercare tutto, trovarlo subito e non sbagliare mai. Ciononostante, ci manca qualcosa. Il brivido della fallibilità. La svista che non ti aspetti. E che, invece, spesso val la pena sperimentare.
Mettiamola così: se Cristoforo Colombo avesse avuto Google Maps sulla Santa Maria, avrebbe selezionato indicazioni stradali da: “Porto di Palos” a: “Indie” e col cavolo che scopriva l’America¹!

¹Per amor di cronaca, via terra sono 11.089 km, che diventano 11.549 se si vuole evitare le autostrade. Scelta totalmente comprensibile, peraltro.

Allo stesso modo, Max Pezzali non si sarebbe perso la festa con le tipe e non avrebbe mai scritto “Rotta per casa di Dio”. E noi vivremmo senza McDonald’s e senza il film Jolly Blu. Come vedete, mancanze incolmabili.
Beh, da oggi si può tornare indietro. Recuperare quella imperfetta perfezione primigenia. Come? Con il motorino di ricerca piattola.com.
Eloquente sin dal nome, Piattola ha una search bar, il pulsante “I’m feeling lucky” e i suggerimenti di ricerca.
Però – e attenzione che qui sta il
point of differencePiattola non sa una ceppa!!! Niente! Nada. Nisba.
Piattola non saprebbe trovare nemmeno il proverbiale elefante nella stanza! E’ una prodigiosa deficienza artificiale!
Ed è bello pronto, lì, a condividere con te tutto il suo non sapere. Come se non bastasse, nel farlo ricorre anche a una certa vena di umorismo spocchioso, della serie: “Secondo te io dovrei sapere cosa ha inventato Beniamino Franklin? Vallo a chiedere a Beniamino Franklin, no? Ah, è morto? E che ne sapevo, io? Non posso mica sapere TUTTO!!!”
Ora che lo conoscete, sbizzarritevi. Chiedetegli qualsiasi cosa, a Piattola. Interrogatelo sui misteri dell’universo. Chiedetegli perché le donne vanno sempre in bagno in due. Chiedetegli quanto legno potrebbe rodere un roditore se un roditore potesse rodere il legno. Fategli la domanda fondamentale sulla vita, l’Universo e tutto quanto. Chiedetegli il Nilo.
E state a guardare i risultati.
Non scoprirete niente di quel che vi interessava, ma, diamine, anche Cristoforo Colombo ha iniziato così!
Finalmente, possiamo perfezionare la massima iniziale: “Se cerco qualcosa, chiedo a Google. Se non trovo qualcosa, chiedo alla mamma. Se non voglio trovare un bel niente, chiedo a Piattola!

PS: un ultimo appunto. Gazduna, che si era un po’ stancato di cercare per non trovare, ha deciso di trovare chi cercava: coolhunter e aspiranti fotografi. Con una call for action. In cui un fotografo troverà la vittoria. E con lei, fino a 300 euro di premio. Inoltre, se vi trovate bene sul web, c’è anche la sezione social dell’iniziativa, in cui cercare di vincere un premio speciale. Mica male… non trovate?