Moda da pianerottolo: i ragazzi della porta account


I ragazzi della porta account!
Toc toc!
Chi è?
A questo punto, mentre vi rigirate nel vostro lettuccio, immaginate che ad aprirvi la porta sia il vostro vicino di casa sexy, un tipo alla Jake Gyllenhaal che vi dica: “Ho paura dei tuoni, posso dormire con te?” Evvaiiiiiii! Oppure una magnifica Taylor Swift, cari gazboys, che vi chiede lo zucchero (e voi pronti con tante dolcezze…). E invece è un insolito/a “ragazzo della porta account”! Jake Gyllenhaal style
Nelle nostre pungenti ricognizioni al Pitti, stavolta ne abbiamo scovato delle belle e dei belli: sono i cavallini rampanti del mondo della comunicazione, gli irriverenti account e i mirabolanti blogger che dimostrano tutto il loro buon gusto con abbinamenti moda usual/unusual. Come li riconoscete?

  1. Hanno sempre con loro una borsa, un agenda o una valigetta;
  2. Cappello sulle ventitré o occhiale da sole che dicono: “Avvicinati, con due parole vendo anche un frigorifero agli eschimesi”;
  3. Non sono assolutamente somiglianti a Bridget Jones! Né a Mark Zuckerberg! Tanti soldi ma troppa sfiga!
  4. Hanno sempre un accennino di colore che porta bene, tipi ammiccanti alla Jess Day di New Girl o spavaldi come Barney Stinson di How I met your mother (figo anche quando canta le canzoni di Natale!).

Insomma, una sciarpa portata con nonchalance, magari adagiata su un bel cappotto, oppure una cartella portadocumenti “fuori di sé dal colore” vi apriranno le porte della comunicazione; se poi avete quel certo piglio gazduniano il gioco è fatto!
Magari in amore può non andarvi così bene, una cosa tipo Drew Barrymoore in La verità è che non gli piaci abbastanza, ma tutto sommato vi resteranno un lavoro da sballo e un look veramente strepitoso.
Ah, è proprio vero quello che predica Gaz dalla mattina alla sera: ricordatevi che il Signore chiude una porta e apre un account!