What you see is what you get: l’arte di Chris LaBrooy


Ci sono giorni in cui gradirei una vita più semplice, dove quel che si dice è realmente quel che si pensa e quel che si vede è realmente quello che è. Ma la forma e la sostanza non vanno sempre di pari passo. Per questo, in quei giorni di ferie cerebrali, vi consiglio di andare in cerca dei lavori creativi di Chris LaBrooy. In occasione della New York Summer Streets, Chris ha realizzato una campagna pubblicitaria a dir poco limpida e frizzante, per rendere giustizia alla voglia dei newyorkesi di godersi le proprie strade (per una volta) senza traffico. Con un claim cristallino – “Play, run, walk & bike” – il creativo inglese sceglie di non lasciare nulla all’immaginazione e amalgama il design con la tipografia (cosa che gli riesce particolarmente bene).
Tra gli altri affascinanti lavori 3D di LaBrooy uno mi ha… stuzzicato particolarmente, e con un certo senso di deja-vu! Di certo non si può dire che Chris non ami i doppi sensi: più chiaro di così!
Insieme a lui anche altri designer hanno sposato il concetto del “mostrare la vera natura delle cose”. Geniale è il packaging di Naoto Fukasawa realizzato per dei succhi di frutta. All’estero può capitare di confondere i prodotti alimentari, rischiando di comprare del latte aromatizzato al caramello al posto di semplice latte bianco, soprattutto se non si conosce bene la lingua. Fortuna che c’è Naoto: con il suo packaging eloquente sarà impossibile sbagliare!