Pinterest: la tua parete delle meraviglie


Mi piace. La scarico. Uh, anche questa! La scarico, non si sa mai. Beh, questa potrebbe servirmi per un post di Tina Scarlat. La devo assolutamente scaricare. Sono una downloader di prima categoria: il mio desktop straripa di immagini incrociate sul web. Foto, illustrazioni, idee grafiche che, per alcuni secondi, mi sono sembrate imprescindibili. Le ultime?
Il dipinto dello sconosciuto artista spagnolo su artsumo, la delicata e anarchica Miranda Scoczek. Questo gioioso caos visivo è però accompagnato da una insistente esigenza di catalogazione: ogni tanto mi lancio come un’ossessa alla ricerca di un senso a tutto l’universo che ho scaricato.
Allora nomino nuove cartelle, faccio pulizie digitali, svuoto il cestino. Ramazzo la scrivania del mio computer perché riesca a sembrare ordinata almeno due giorni. Ecco, finalmente la mia attività da digital desperate housewife potrà essere interrotta: ora c’è pinterest, un social catalogue con una interfaccia strepitosa. Archiviare diventa piacevolissimo, perché la propria pagina mostra poi una sorta di collage delle nostre preferenze. Immaginatevi un muro (digitale) delle meraviglie, una parete dedicata a tutto quello che vi piace, dove gustarvi anche i pin (dei mini post) e i repin dei vostri amici. Un po’ come accadeva nei gabinetti delle curiosità del passato: pieni di oggetti e chincaglierie provenienti da tutto il mondo.

Naturalmente Gazduna sta preparando la sua irriverente parete delle curiosità! Entrate e ammirate gente, “pour le plaisir des yeux”!