GAZ+SKIN=Energy on the dancefloor!

La notte tra il 22 e il 23 aprile Gazduna ha ballato? Di più. Gazduna ha scatenato con Skin, degli Skunk Anansie. Avete letto bene. Non si è scatenato. Gazduna HA scatenato la pista da ballo, trasformandola in un incrocio di desideri, ritmi e divertimento. Good vibrations, gente. Perché la questione sta tutta qui: a volte bisogna ritrovarsi in carne e ossa e selvaggio sudore danzerino, per godere del gusto delle amicizie e delle conoscenze che si generano sul web.
Non esiste il mondo on line e poi quello off, che se ne sta separato. No, no. Roba vecchia, questa distinzione tra reale, virtuale e digitale, roba buona per gli anni ’90. On e off si attraversano e, se lo fanno con della musica a tutto volume e la giusta compagnia, il mix diventa perfetto!



Skin al dj set: carismatica, emozionata, vibrante. Un sorriso pieno come una luna mannara e una carica che ha incendiato la pista. La parola d’ordine, per la serata a Le Mirage, sembrava essere una sola: “sguinzaglia l’energia da party che è in te”. Sciogli, libera, slega, balla e fatti fotografare (gaurda le immagini della serata qui). Pubblico divertitissimo, Gazduna assai soddisfatto e, soprattutto, gli amici con cui è favoloso scatenarsi: i ragazzi molto seri, per niente seri di Pulzelli e le eleganti vibrazioni di Pinko.

And the winner is… In mezzo all’effervescenza di note e musica, Gazduna ha poi voluto anche gli irriverenti vincitori del contest Less Gossip more music (il premio? Ingresso alla serata Gaz+Skin e t-shirt, con grafica esclusiva, Happiness is a $10 tee). E siccome il network si vede nei momenti del divertimento (questo è uno dei comandamenti del web!), erano sul dancefloor anche le fashion blogger Irene e Elisa (vi ricordate? Avevamo collaborato con loro per questo progetto).

Solo a scrivere questo articolo mi sembra di rivedere il delirio di gente con cui Gazduna ha scatenato la notte. Bisognerà cambiare, eccezionalmente, lo slogan di questo blogazine: “Avevo trovato il mio talento. Poi ci ho ballato”.