Lo voglio lo voglio! Chictopia I love you


Li voglio, li voglio, li voglio.
Voglio il vestito rosa da rock lolita di Heck di Las Vegas, voglio l’impermeabile color khaki di Kangah di Vancouver, il cappotto navy con gli alamari di Adeline di Parigi. Li voglio tutti.
Non sto parlando di abiti indossati da supermodelle alla Fashion Week di Milano o da qualche nuovo astro nascente dei teenager, ma di look ideati, realizzati, copiati e diffusi dalle utenti di
Chictopia, le classiche ragazze della porta accanto, anche se la loro porta è a tremila kilometri da qui.
Si chiama streetstyle fashion, la moda che viene dalle strade, che sale dai marciapiedi e si impossessa del web partendo dai blog fino alle community. Chictopia funziona da specchio e cassa di risonanza: pubblichi le tue foto e gli altri utenti commentano, apprezzano, classificano il tuo stile. Ma non è il trionfo della omologazione: Chictopia è una gara all’originalità, al remix, è una tendenza alla creatività, al miglioramento continuo. E anche un po’ all’invidia. Perché certi capi sono unici, irripetibili, introvabili. Ah, il cappotto vintage acquistato da Guerrisol a Parigi… lo voglio, lo voglio…