Ci vuole calma e sangue caldo


Calma e sangue caldo: stephan doitschinoff

Un reame di baracche diroccate e calcinacci trasformato in una galleria d’arte a cielo aperto. Stephan Doitschinoff aka Calma, street artist brasiliano di notevole talento e sangue caldo, ha dipinto per tre anni i muri scalcinati di quartieri poveri di Bahia, con le sue figure a cavallo tra folklore afro-brasiliano e simboli pop-pagani. Calma e sangue caldo: stephan doitschinoff againUn “voodoo child” molto urbano che riutilizza i simboli religiosi per criticare la corruzione di molte istituzioni sudamericane. Uno stile unico, reso originalissimo dall’inedito mix di croci, teschi, chiesette, campanili, ma anche fiori di loto, maree e melliflue sirene dai lunghi capelli: tutto il corredo del cristianesimo più tradizionalista con l’aggiunta di immaginari che forano la fantasia e la rendono un posto per marinai postmoderni, in bilico tra onde digitali e antiche credenze. Tra gli ultimi progetti un video per Nasa (il gruppo musicale, non l’ente spaziale, of course!) tutto da godere!