5 trick per la tua estate su Instagram

Scritto il 14-04-2015 in Digital Culture da
Commenti Disabilitati


Publisher: @stailuan

 

5-trick-per-la-tua-estate-su-instagram

 

Ci fu il tempo in cui tutti usavano Messenger, quello in cui tutti si iscrissero a MySpace e poi – passando per Facebook – giunse il momento in cui Instagram divenne il vero Place To Be!

Ma seriamente? Chiaro che no… Tutti i social network sono utili, ma nessuno è indispensabile: se però siamo presenti su una piattaforma social, è bene saperla utilizzare al meglio! Questo servirà a migliorare la nostra esperienza, ad avere più followers (e tantissimi like amici!) e soprattutto a non abbandonarla dopo un paio di scatti senza aver capito il funzionamento effettivo.
Vediamo quindi 5 trick per vincere l’instagram della vostra Estate 2015 e raccattare più like che ragazze tedesche sui lidi della Romagna. Anche se, onestamente, io punterei più alle tedesche che ai like fossi in voi. Ah, vale anche al contrario eh, è un post rivolto ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91.

 

 

1) BASTONE DA SELFIE

 

bastone-per-selfie Tutti lo odiano, tutti lo deridono, (quasi) tutti ormai ce l’hanno però… È la protesi naturale del vostro corpo nonché il mezzo utilizzato dal vostro ego per fare quelli che un tempo si chiamavano autoscatti. Che sia un bastone griffatissimo dal costo esorbitante, che abbia i comandi bluetooth o che sia un becero assemblaggio di metallo preso da qualche ambulante, il suo fine ultimo è sempre quello: aiutarvi a fare i poser. A parità di milioni di selfie caricate al giorno per vincere però dovrete immortalarvi durante momenti epici.
#ContoSuDiVoi

 

 

2) HASHTAG

 

quali-hashtag-usare-su-instagram Siamo nel 2015, abbiamo spedito vagonate di astronauti nello spazio e ancora non sappiamo utilizzare queste etichette. L’umanità è davanti a un bivio: o hashtag o morte.
Utilizza hashtag dedicati, specifici e targetizzati per andare a cogliere un pubblico (magari di nicchia) interessato ai tuoi scatti. Diffida dalle etichette che hanno milioni di condivisioni perché se da un lato è vero che ti daranno una potenziale visibilità, è anche vero che il tuo contenuto scorrerà via nello stream veloce come un neutrino nel tunnel Gelmini.
Come scoprire i migliori o i più adatti #? Devi un poco “vivere il social”, navigare tra le gallerie degli altri utenti e leggere blog dedicati all’argomento.
Se non hai voglia di applicarti potresti utilizzare della app dedicate agli hashtag (ebbene si, esistono) come InstaTAG, ricordando però che si tratta di un’applicazione, non di una bacchetta magica risolvi-problemi.
#TaggaResponsabilmente

 

 

 

3) FILTRI

 

come-usare-i-filtri-su-instagram Instagram divenne famosa anche per la semplicità di modificare le foto con la magica applicazione di un filtro.
Molto spesso, ne siamo tutti consapevoli, i risultati erano disastrosi e applicare il filtro EarlyBird o Lord Kelvin non facevano altro che peggiorare la situazione. Con il tempo i gusti son cambiati e gli utenti si sono raffinati; in molti non usano più i filtri perché si rivolgono ad app di editing esterne come VSCO, ma da uno degli ultimi update di Instagram ci ha portato una simpatica novità. Oltre all’arrivo di cinque nuovi filtri (Ludwing e Perpetua, secondo me, non sono per niente male!), è ora possibile applicarli in percentuale: non “tutto o niente” come prima, ma si può pensare di usarli in velatura al 20-40-60%. Non è detto che ti risolva la vita, ma potrebbe farti amare nuovamente, o almeno utilizzare ogni tanto filtri di Instagram.
#GoodNews 

 

 

 

4) CUSTODIA SUBACQUEA

 

custodia-subacqua-cellulare Affidare il proprio costosissimo smartphone a un sarcofago di plastica teoricamente protettiva è un passo della fede clamoroso. Però, quasi sempre, questi spaventosi gadget funzionano! Puoi trovarne di economicissimi (anche sotto ai dieci euro) o di iper costosi (oltre i 100 euro): diciamo che puoi trovare un buon compromesso nella solita via di mezzo. Scattare foto in mare o in piscina ti darà grandi soddisfazioni e ti permetterà di immortalare momenti che fino a poco tempo fa si sarebbero persi nella memoria.
E invece ora puoi shararli alla grandissima.
#VaiDiCustodia 

 

 

 

 

5) IL GEOTAG

 

Dove eri in vacanza? Se non utilizzi il geotag gli altri utenti non lo sapranno mai. O meglio, certamente puoi scriverlo e geotaggarlo, ma perchè non completare anche la sezione “mappe” del tuo profilo? È carino vedere sul planisfero le puntine con le tue foto e oltre a questo, i tuoi contenuti entreranno a far parte di un altro stream, quello legato al geotag appunto. Potrai quindi ottenere più visibilità ai tuoi scatti e allo stesso tempo arricchire la gallery fotografica di una location facendo si che gli altri utenti si innamorino di quel posto e decidano di passarci le loro prossime vacanze. 
#NdoVaiSeIlGeotagNonCeLhai 

 

 

Ad ogni modo, la parola d’ordine di Instagram (ma di tutti i social in generale) deve essere sempre una e una soltando: divertiti! Pensa meno a follower, like ed engagement: c’è tutto un mondo la fuori che ti aspetta…
Se vuoi comunque saper sfruttare al meglio le potenzialità di questa piattaforma, senza perdere il sorriso, la tua missione dell’estate potrebbe essere quella di trovare la tua identità su Instagram e scattare foto veramente uniche, leggendo questo libro che ti spiegherà altri segreti e che puoi acquistare cliccando QUI.

 

Informazioni sull'autore Gazduna

Un collettivo di braccia, mani e capelli scarmigliati che [sul web] vaga qua e là, guarda su e giù, scrive questo e quello. Più o meno. C’è quello che non ha idea di come accoppiare una camicia ad un pantalone, quella che (solo con uno sguardo) farebbe diventare bianchi i capelli di Dario Argento, quella che è biologicamente incapace di venir male in fotografia. Per citare solo i più normali. Dopo il proverbiale starnuto che lo ha lasciato privo di qualsivoglia talento, Gazduna ha preso a masticare e sputazzare publisher e articolisti. Alcuni di questi gli sono rimasti appiccicati ai baffi e tuttora imbrattano di codice html e pixel le sue pagine. [continua]

Lascia un Commento

graphic designer cover

5 cose da chiedere a un grafico se volete compromettere la sua sanità mentale

Publisher: @stailuan   Da piccolo, sull'onda dei film di Indiana Jones, volevo fare l'archeologo: una sequenza infinita di insufficienze in ...

Building #foodporn

Il porno sbarca su Instagram con tanto di hashtag, ma non si vede nemmeno una tetta

  Su Instagram il porno – o perlomeno l’hashtag #porn – non c’è. Sto ribadendo l’ovvio, lo so: cercare l’hastag ...

illustrazioni-super-eroi-grassi-gazduna-cover-alex-solis

Rotondetti ma felici: ecco i super-eroi disegnati da Alex Solis!

Ottobre è il mese di buoni propositi, dell'iscrizione in palestra e delle diete. Per tanta gente‚ troppa, ma non ...

danbo va in vacanza

Ecco Danbo: un omino fatto di scatole di cartone spedito in viaggio per il mondo

E' adorabile, fatto di cartone e ha girato il mondo davanti agli obiettivi di tanti fotografi. Chi è? ...