Perché anche nella tecnologia batte, fiero, un cuore pigro

Scritto il 08-10-2013 in Comunicazione da



Il cuore pigro della tecnologia

Il mercato è spietato, baby. Quando si arriva a sparare le ultime cartucce, quale migliore politica se non quella – collaudatissima – del denigrare la concorrenza?

Lo sta facendo Motorola (leggi: Google, che se l’è comprata tempo addietro per fare concorrenza ad Apple e fare telefonini in casa) con la campagna promozionale per il nuovo MOTO X che definisce qualunque altro telefono come “Lazy Phone”.

Ora, visto che il MOTO X avrà varie “innovazioni” – tra cui il controllo vocale senza doverlo “accendere” e altre cosette sfiziose alla Star Trek – accusa gli altri telefoni di essere “Pigri” poiché richiedono il controllo umano.

 

It's your lazy phone!

Un momento dello spot del Moto X: cinico, scorretto (e divertentissimo).

Ma io dico: VIVA LA PIGRIZIA

Innanzi tutto, chi è che ha voglia di “parlare” per attivare il telefono? Non ho ancora incontrato qualcuno che usi SIRI se non per insultarlo e divertirsi a vedere le risposte offese o vittimistiche che restituisce.
Anche quando si è sul divano, il massimo sforzo che molti di noi concepiscono è lanciare un giurassico urlo per chiamare la madre/moglie/fidanzata che è nell’altra stanza per farsi portare qualcosa, ma nessuno  si metterebbe a parlare col telefono!

 

Who let the dogs out?

L'incontenibile senso dell'umorismo di Siri: piacevole come un tuffo tra le ortiche

Chi è quel pirla che si metterebbe ad agitare il telefono per attivarne le funzioni?! Sì, ok, magari ci fanno risparmiare due decimi di secondo, però ditemi voi: avete mai shakerato il vostro iPhone per cancellare le ultime cose scritte? (Se qualcuno ha detto di sì, sarà di quelli che  la sera dopo 8 ore di lavoro vanno pure a correre e nei weekend si svegliano presto per godersi appieno la giornata. Vivrete pure più a lungo, ma – cazzo  vivete da nevrotici!)

Diciamocelo: questi telefonini pieni di novità tecnologiche ci piacciono soprattutto perché  possiamo menarcela con gli amichetti, bullandoci di avere l’ultimo gioiellino, o nel caso siate dei nerd incalliti, per sentirvi parte di un mondo fantascientifico.

 

 

Godiamocela ‘sta pigrizia.
Godiamoceli ‘sti Lazy Phone.
E intanto che… OSTE, PORTACE N’ARTRO LITRO!

 

Oste! Portace n'artro litro!

Oste! Portace n'artro litro!

Però c’è da essere onesti e fare un plauso a Motorola per la campagna di spot promozionali del MOTO X: divertentissime pillole da un minuto (o poco meno) interpretate da un attore, tal T.J. Miller, poco noto in Italia ma adorato dal sottoscritto sin dai tempi del telefilm Carpoolers. Misconosciuto e cassato dopo una sola stagione, non sarà Breaking Bad ma, oh, una guardatina se la meritava anche lui!

 

 

Informazioni sull'autore Steek Hutzee

"It's true: I am kind of retarded, but I'm also kind of amazing" (cit. Hank Moody) Resta impresso quanto un glitch, un deja-vu. Sai che c'è ma non ti ricordi come e dove. Se dico "dissacrante e ironico" poi vi create aspettative, quindi semplicemente uno speculatore di inutilità. [continua]

Lascia un Commento

Il futuro è fatto di mattoncini

Phonebloks: ovvero come ti smonto, personalizzo e riciclo lo smartphone

Il primo incontro non si dimentica: lui è lì che ti fissa, indifeso ma pronto ad essere posseduto ...

vine per android home

Arriva Vine per Android e siamo tutti più ricchi di video (e zebedei) che girano in loop

  È la grande notizia che affligge (e non è un termine a caso) i social network in questo ...

bright light segue il sole e la luce

Bright light: la app di Ray-Ban che ti aiuta a trovare la luce… quella del sole!

Ehi, tu che continui a nasconderti! Sì, proprio tu che ti concedi un attimo per poi scappare subito ...

Il decalogo del "minchia" by Steek Hutzee

Il “decalogo del minchia” ovvero i consigli di @SteekHutzee per vivere felici sui social senza frantumare gli zebedei di chi ti segue

Sono tutti bravi a insegnare agli altri come si sta al mondo, soprattutto quando si parla di web. Non ...

It's raining apps!

Ma dove vai se l’App giusta non ce l’hai?

 Ogni tanto mi chiedo: “Ma come cappero facevo prima!?”. Grazie al proliferare delle applicazioni per smartphone, adesso la mia ...