Il porno sbarca su Instagram con tanto di hashtag, ma non si vede nemmeno una tetta

Scritto il 20-06-2013 in Digital Culture da


Building #Foodporn

 

Su Instagram il porno – o perlomeno l’hashtag #porn – non c’è.

Sto ribadendo l’ovvio, lo so: cercare l’hastag #porn è probabilmente la prima cosa che si fa iscrivendosi sperando forse di riuscire a scovare lo scatto rubato di qualche americana con un grosso davanzale o le foto di qualche momento intimo di non so quale coppietta giapponese. Eppure Instagram è il regno del porno, di un porno più sottile e decisamente molto  più ossessivo.

 

Tutti al mare? Ecco le foto di piedi e piedonzoli in spiaggia.

Primavera? Vai col fiorellino sghembo spuntato nell’aiuola della rotatoria.

Pranzo al sacco? Dieci angolazioni diverse della torta salata di Zia Gina.

 

Quando si passa così tanto tempo a fotografare la glassa di una torta che cola o la sfumatura di un tramonto stiamo inequivocabilmente assistendo a pura e feticistica pornografia. Non vi preoccupate, noi non vi giudichiamo, anzi, essendo anche noi piccoli feticisti di Instagram (esisterà il #colibrìporn?) vi regaliamo anche qualche hashtag tra i più utilizzati.

 


Foodporn
#Foodporn ovvero Mi sto mangiando una schifezza e ti voglio far schiattare d’invidia

Anche detto Calorie a palla è l’hashtag da seguire se siete quelli che non possono mangiare se non hanno fotografato e postato tutte le sfumature del loro pranzo.

Non importa se siete da #cakeporn o da #pizzaporn, l’importante è che riusciate a cogliere il brivido della mozzarella che cola, il lucido dell’olio della parmigiana di mammà, il cioccolato nel momento in cui si fonde di piacere.

Cacchio, ora ho fame.

 

 

Puppyporn #Puppyporn ovvero Bello, dammi la zampa e fammi prendere mille milioni di like

E’ risaputo che i gatti sui social network portano like e non si esime da questa regola nemmeno Instagram: #catporn, #dogporn, #puppyporn sono senza misteri i più diffusi, #fishporn  si piazza bene a sorpresa, #horseporn, nonostante gli illustri precedenti, delude amaramente, battuto da  un insipido #birdporn.

Fanalino di coda è #hamsterporn: e dire che dai criceti mi aspettavo di più, soprattutto dopo aver letto delle leggendarie performance di Richard Gere.

 

Doorporn #Doorporn ovvero Ho visto cose che voi umani…

La scoperta di #doorporn (ma anche di #windowporn o #roadporn) mi ha fatto sentire meno sola: non sono l’unica fissatissima con i battenti delle porte ottocentesche o i pomelli anni cinquanta in ottone. E quante cose ci si possono fare, poi…

La verità è che noi feticisti dell’infisso vediamo il dettaglio, il particolare, la piccolezza e l’infinitesimale (credo si sia capito che sono clamorosamente di parte).

 

 

Sunporn #Sunporn ovvero Luce, tramonti a nord est

Appena esce un raggio di sole… zac! Foto della nuvoletta che viaggia serena in un oceano di azzurro.

Il tramonto? Non si può perdere, se poi è sul mare allora anche meglio.

Siete i #cloudporn, #nightporn, i #sunsetporn, quelli che i cieli azzurri sono un bisogno inenarrabile, quelli a cui il cielo grigio e nuvoloso non piace a meno che non gli applichiate del dramma (consigliatissimo il filtro X-Pro, ma anche Hudson dà le sue soddisfazioni).

 

 

Feetoporn #Feetporn ovvero E adesso levati quella scarpa e fammi godere

Appena scatta l’estate è tutto un fiorire di piedi in acqua/sabbia/ghiaia/sandalotacco12: #feetporn e #footporn permettono al feticista di piedi più incallito di trovare il meglio per sé e di sbavarci sopra copiosamente. Per voi esteti(sti) mancati consigliamo anche #nailporn e #hairporn, forse non saranno il massimo, ma se non sapete come farvi la manicure o come farvi tagliare i capelli possono sempre tornare utili. Ammetto di seguire #beardporn (so che Tina Scarlat apprezzerà) e di essere delusa dal fatto che #moustacheporn non sia utilizzato a dovere.

 

Flowerporn #Flowerporn ovvero Fate l’amore e non la guerra

Ah, i nuovi hippy del secolo XXI, danno il meglio di loro in primavera, quando i prati sono un tripudio di fiori, gli alberi si tingono di mille colori e gli allergici chiedono l’eutanasia dopo aver starnutito troppo.

Per voi veri amanti del mondo floreale ecco #flowerporn. Se preferite i viali alberati confidate in #treeporn.

#Grassporn, invece, è da veri intenditori, usatelo con cautela.

 

 

 

Trainporn #Trainporn ovvero I wanna be Sheldon Cooper

L’amore per i mezzi di locomozione si spande attraverso Instagram: scommetto che Zaziwo è un appassionato follower di #trainporn (se non lo sapete, lui adora i treni, come dimostra questo articolo in cui si parla di matti e di locomotive).

Io, da vera intenditrice, preferisco il #planeporn  e le foto scattate da quota diecimila piedi in su, ma ammetto che anche il #bicycleporn, più di nicchia, ha il suo perché.

 

 

 

Informazioni sull'autore Mykoize

Mykoize vive perennemente senza tempo, tanto da aver passato la soglia del quarto di secolo pensando di avere ancora vent’anni. Ha il vizio di collezionare città, famiglie e lavori e di rubarne il meglio senza destare alcun sospetto. Salta per la maggior parte del tempo da un treno all’altro e, nel mentre, scrive. Non può farne a meno. Una mattina si è scoperta Social Media Strategist, ma giura che non è colpa sua. Pensa di essere e-qualcosa, ma non ha ancora capito cosa. Anima persa, si diletta come sibilla in erba. Chiamare ore pasti, astenersi persone serene e sollevate. Per il principio del nomen omen, pare che imbastisca rivoluzioni e che si immerga in profondità inaudite. Dicono anche che i libri non li legga, ma li divori come snack tra un pasto e l’altro, ma sono solo leggende metropolitane. Forse. [continua]

Lascia un Commento

cover mangiadischi little

Un’infiltrata nella cucina de Il Mangiadischi: quando la passione per il cibo incontra l’arte e la musica

Avete presente le groupie, quelle che stanno lì sotto il palco dei concerti rock con gli occhi sbrilluccicosi ...

Tutti pazzi per Instagram

Facebook e Twitter: tutti pazzi per Instagram!

Se Facebook ha reso tutti più amici e Twitter più sinceri, Instagram ha fatto magicamente diventare tutti fotografi, anche ...

Pill Tapes

Dal mal di testa al mal di denti, le playlist miracolose di Pill Tapes curano qualsiasi cosa

Ehi, tu, brutto mal di testa, ti ho capito sai? Arrivi sempre quando non ti voglio, ma io ...

homeless home

Le storie e i volti dei senzatetto nelle fotografie di Lee Jeffries

In America li trovi agli angoli delle strade, con il bicchiere di Starbucks per le monetine in una ...

Women Are Heroes Cambogia cover

Women are heroes: la grandezza delle donne nel progetto di arte partecipativa Inside OUT

LUI è JR. Street artist, creativo, "photograffeur" di origini francesi, innamorato della fotografia da quando ha trovato casualmente ...