Da provinciale a cool passando per la metropoli: la storia (a fumetti) di Moderna de pueblo!

Scritto il 14-03-2013 in Brand Station da
Commenti Disabilitati


moderna de pueblo cover

Ebbene sì, anch’io soy de pueblo, ovvero sono una provinciale. Cresciuta in un paesino (paesone) della Lombardia, per me Milano (e poi Londra) sono state “le grandi città”, scritto a caratteri cubitali nella mia mente, una sorta di collina di Hollywood del pensiero. Così quando ho aperto Soy de Pueblo, la raccolta di fumetti di Raquel Còrcoles e Marta Rabadàn, mi sono sentita a casa.

 

copertina Soy de Pueblo edizione italiana

Super venduto in Spagna e ora edito per l’Italia dalla felicissima intuizione di Hop Edizioni, il libro ci tuffa nella vita di Moderna de Pueblo - tradotto più o meno suonerebbe come una “provinciale cool”. Questa ragazza dagli occhialoni pseudo-fashion lascia il suo paesino per trasferirsi in una grande città, Madrid, e lì si trova a dover fronteggiare una serie di nuove situazioni: come rapportarsi con i nuovi amici artisti? Come imbucarsi alle feste delle persone cool? Ma soprattutto: come salvare la propria reputazione su facebook il giorno successivo a una sbronza colossale?

 

Moderna de Pueblo diventa così un’eroina 2.0 che riesce a riassumere su di sé tutte le caratteristiche e le contraddizioni di una generazione in continuo movimento, sospesa tra l’eco di un background tranquillo e le lusinghe di mondi fighi e “intellettualoidi”.  Moderna è questo: una ragazza acqua e sapone che tenta in modo maldestro (e quindi divertentissimo) di stare al passo con i trend di una società che se la tira un bel po’. Una che va ai concerti indie ma poi, da sola in casa, si mette a ballare Shakira.

 

Moderna trying to be a hipster

 

Una figura per certi versi molto simile alla francese Pénelope Jolicoeur, sua collega nella collana La vie en rose, attentissima nel proporre realtà fumettistiche intelligenti e complesse, cresciute grazie alla Rete.

Per saperne di più, abbiamo intercettato le due autrici al Mantova Comics (se anche voi siete interessati ad incontrarle, saranno al Cartoomics Milano dal 15 al 17 marzo) e abbiamo fatto loro qualche domandina curiosa allo stand di Hop Edizioni.

 

Le autrici: Raquel Còrcoles e Marta Rabadàn

 

In Soy de Pueblo si parla spesso di web e di social: se doveste riassumere il libro in un post di facebook o in un tweet di 140 caratteri, come lo raccontereste?

Troppo di città per essere di paese e troppo di paese per essere di città #modernadepueblo

 

Le avventure della moderna de pueblo possono essere facilmente spostate in una qualsiasi grande città europea, come Milano, Londra, Parigi, Berlino: cosa rende il suo personaggio così attuale?

Nella società 2.0 tutti ci identifichiamo con gli stessi oggetti e con le icone della “modernità” e i problemi di chi si sposta dalla provincia alla città sono gli stessi. Le tendenze sono internazionali, e sì, la Moderna è attuale perché è globale!

 

Se Moderna de Pueblo fosse una persona reale, con chi la identifichereste? 

Qualunque ragazza tu veda smarrita in metropolitana, mentre trascina un trolley cercando la giusta direzione. Moderna de Pueblo non è un personaggio eccezionale, ma è proprio come te o… come la tua coinquilina!

 

 

Se incontraste Moderna de Pueblo, quale sarebbe la prima cosa che vi direbbe?

“E questo? dove l’hai comprato?”

 

State pensando ad altri personaggi contemporanei per i vostri prossimi fumetti o ne svilupperete alcuni di quelli accennati in Soy de Pueblo?

Moderna vivrà! Sta per uscire il secondo comic in Spagna, questa volta sulle peripezie sentimentali della Moderna de Pueblo. Il materiale a cui attingere è davvero infinito! E la nostra protagonista sarà sempre lei.

 

moderna de pueblo va in città

 

Lavoro, amici, appartamenti, facebook, feste: Soy de Pueblo è un comodo manuale per affrontare la vita nella grande città… a suon di sorrisi ed empatia.

 

 

Informazioni sull'autore Mykoize

Mykoize vive perennemente senza tempo, tanto da aver passato la soglia del quarto di secolo pensando di avere ancora vent’anni. Ha il vizio di collezionare città, famiglie e lavori e di rubarne il meglio senza destare alcun sospetto. Salta per la maggior parte del tempo da un treno all’altro e, nel mentre, scrive. Non può farne a meno. Una mattina si è scoperta Social Media Strategist, ma giura che non è colpa sua. Pensa di essere e-qualcosa, ma non ha ancora capito cosa. Anima persa, si diletta come sibilla in erba. Chiamare ore pasti, astenersi persone serene e sollevate. Per il principio del nomen omen, pare che imbastisca rivoluzioni e che si immerga in profondità inaudite. Dicono anche che i libri non li legga, ma li divori come snack tra un pasto e l’altro, ma sono solo leggende metropolitane. Forse. [continua]

Lascia un Commento

Penelope

Le blog, c’est chic!

Capelli raccolti e ampio ciuffo laterale come detta l’ultima moda, occhioni sognanti e luminosi come ...

colibri fashion di luglio

Colibrì (Fashion) Friday: 5 web ispirazioni dal mondo della moda

Prendendo spunto dal Blitz sul viaggio, Gazduna questo mese è stato più ramingo del solito e si è ...

Borse che fanno musica: il sound delle pochette di Eva Aremar

Borse o strumenti musicali? La moda a fiato, corde e percussioni di Eva Aremar

Quando Gaz ha rivelato: “Guys, per il prossimo Blitz ci occupiamo di musica”, io sono andata nel panico. ...

Too leggins or not too leggins?

Sogno di una moda senza (dis)fashion bloggers!

  "Ci mandano solo i legginz perché siamo un paese di sgallettate o rimaniamo un paese di sgallettate perché ...

La Pimpa è servita

L’aria sapeva di sapere: intervista a Davide La Rosa

  I più attenti di voi ricorderanno che di Davide La Rosa si era già parlato sulle pagine di ...

harley quinn e poison ivy - bad fashion girlz

Più fashion di Batman: le cattive dei fumetti sono in trend con la moda autunno-inverno!

Care Gazdune, avete mai avuto una collega o compagna di scuola che era davvero una... "stronza spaziale"? Insomma, ...