Storia di un downshifting tutto nuovo, dai pixel al bricolage

Scritto il 12-03-2013 in Arts & Design da


Se vi dicessi che il futuro è (ancora) scritto sulla carta molti di voi mi prenderebbero per pazzo. Ma a me essere preso per pazzo non dispiace, quindi rincaro la dose e aggiungo che l’artigianalità e l’handmade spazzeranno via tutta la grafica computerizzata che, da qualche anno a questa parte, ci sta  letteralmente soffocando.

Effettivamente, guardatevi bene intorno: il proliferare di schermi luminosi di qualsiasi dimensione la dice lunga sulla nostra dipendenza catodica.

Giorni fa, ad esempio, mi sono imbattuto in uno dei miei dipinti preferiti: Nighthawks (Edward Hopper, 1942). Mi sono concentrato a fondo sull’atmosfera di solitudine che emana dal quadro e, all’improvviso, sono rimasto folgorato dall’uomo al centro del dipinto, tutto assorto nei suoi pensieri.

 

Nighthawks di Edward Hopper visto da vicino

Nighthawks, il capolavoro di Edward Hopper... con focus sull'uomo con "postura" da smartphone!

Se guardate bene, sembra proprio che l’uomo inganni l’attesa controllando la posta sul suo smartphone, non tralasciando una partitina a Ruzzle. Certo, per quello che ne sappiamo, potrebbe pure star scorrendo le notifiche di Faccialibro. Singolare, no?

 

Upside down house by Kyle Bean & Sam Hoffman

Perché vi ho raccontato un aneddoto senza capo né coda? Perché mi sembra che sia in perfetta sintonia con l’adorabile controtendenza che si sta verificando nel mondo del design della comunicazione: l’handmade sta tornando prepotentemente in auge!


Date un’occhiata al certosino lavoro del fenomenale Kyle Bean (di cui su Gazduna vi avevamo già parlato un po’ di tempo fa): in un’era in cui perfino sua maestà “The New York Times” ipotizza la scomparsa del quotidiano cartaceo al più tardi nel 2040, io mi perdo deliziato nei mondi cartacei e visionari di Happycentro e Bomboland

 

Ve ne riporto una minuscola selezione. Non potevo trattenermi. Ma giusto un assaggio, una breve carrellata da gustare… tra una partita di Ruzzle e l’altra.

 
 

Informazioni sull'autore Mister Gatto

Mister Gatto è nato a Urbino, ha vissuto a Londra e in Germania finché non ha capito che impazzisce per l'Italia. Viaggia spesso e fotografa ancora di più. Adora i Lego, le scatole, le bici e le moto datate. Ama andare al cinema di lunedì e ascoltare la musica rigorosamente "a palla". Mister Gatto è un atelier creativo che progetta seguendo un metodo. Mister Gatto è perdutamente innamorato. [continua]

Lascia un Commento

Moss Graffiti cover

Moss Graffiti: come creare arte verde con il muschio avanzato dal presepe

Ehi gazduniani, ma siamo ancora qua? Mannaggia ai Maya! Credendo che sarebbe stato il mio ultimo Natale, ho voluto ...

home apple orange

Apple, orange & affini: la natura del design e il design della natura

Prendiamo due oggetti che apparentemente non hanno nulla in comune dal punto di vista della funzionalità, ma tanto ...

Do it yourself, said Uncle Sam!

Dieci consigli fai-da-te per aggiungere figosità (cit.) alla vostra vita

A parte il mio amico Simone, che studia chimica e che ha delle idee alquanto interessanti su come ...

L'arte del sogno

Sogni d’artista tra cavalli di pezza, mani giganti e interaction design

Se mi dici sogno, penso a una serie di cose non connesse tra loro, penso al cervello. Se penso ...

Chi è nato prima?

Breve riflessione sulla paternità delle idee da Lavoisier a Joe La Pompe

  Proprio come immaginavo: il paradosso dell'uovo e della gallina non passa mai di moda. E quando si parla di ...

Who, me?

Sogni e incubi hi-tech: dal cuscino surrealista alla bella addormentata che ti costringe a sposarla

English version   Dormire è un’arte, o almeno così si dice. Ma sarà vero? Vediamo cosa ha scoperto a riguardo ...