Moss Graffiti: come creare arte verde con il muschio avanzato dal presepe

Ehi gazduniani, ma siamo ancora qua? Mannaggia ai Maya!

Credendo che sarebbe stato il mio ultimo Natale, ho voluto un po’ strafare…
Per prima cosa mi sono laureata (che non si dica che Lolly Pocket non finisce ciò che inizia), sono stata carina e coccolosa con tutti e mi sono sparata la maratona della trilogia de Il Signore degli Anelli – rigorosamente in extended edition – per godermi Lo Hobbit al cinema.

Ho addobbato casa come se non ci fosse un domani: ho appeso un piccolo esercito di Umpa Lumpa di cioccolato all’albero di Natale, ho sfornato una cascata di cupcakes a forma di stemmi delle casate di Game of Thrones e, per ricreare la natività alla Star Wars, ho usato le action figures di mio fratello, accompagnate da una distesa di muschio.

Superata la “delusione” della nostra non prematura dipartita, ho dovuto affrontare le conseguenze di essere sopravvissuta: i miei genitori mi hanno intimato di trovare una soluzione per lo smaltimento del muschio, oppure dovrò farlo sparire nello stesso modo in cui farò sparire i cupcakes… O.o

Come si dice, il bisogno aguzza l’ingegno… e in questo caso aguzza la creatività.
Ed ecco come i gazduniani più estrosi riciclano il muschio non rinsecchito del presepe: in due parole, moss graffiti!

Ecco l’occorrente:

– un po’ di muschio;

– un frullatore;

– del gel per idrocoltura;

latticello (se non lo trovate in commercio, potete realizzarlo con un composto di 50% latte e 50% yogurt bianco intero);

– un secchio;

– un pennello;

– un vaporizzatore con acqua.

Ora seguite l’infografica e attivate il vostro estro artistico!

Potrete creare dei bellissimi graffiti a impatto zero e anche il gazduniano con il pollice meno verde del web, potrà riuscire nell’impresa.

Ovviamente c’è chi, come Anna Garforth, ha fatto di questa pratica un’arte. Con risultati davvero eccezionali e verdissimi, perfetti per trovare la giusta ispirazione.

Che altro dire? Digerite pranzi, spacchettate doni, sopravvivete a tombole e… buoni graffiti a tutti!