Sogni e incubi hi-tech: dal cuscino surrealista alla bella addormentata che ti costringe a sposarla

Scritto il 05-11-2012 in Why Not? da


Dormire è un’arte, o almeno così si dice. Ma sarà vero? Vediamo cosa ha scoperto a riguardo Gazduna, che è uno specialista nel restare metà addormentato e metà sveglio e nel mescolare caffè doppio con valeriana.

 

Partiamo dal signor Chu Yun, artista cinese che ha creato un’installazione per il New Museum of Contemporary Art a Manhattan. Cosa c’entra con il sonno? C’entra eccome, visto che l’opera in questione consisteva in una donna intenta a dormire, avvolta in prosaici lenzuoli bianchi, dopo aver preso un sonnifero.

 

Non siete convinti? Troppo “Bella addormentata nella giungla urbana”, ma senza lieto fine? Allora ecco la versione “upgrade”: l’ucraino-canadese Taras Polataiko si è inventato una vera performance a metà tra Walt Disney e Adult Friend Finder!

Questa volta la donna addormentata (erano cinque e si davano il cambio) poteva essere baciata da qualunque visitatore single. Ma attenzione alla parte migliore: un contratto certificava che se una donna avesse aperto gli occhi nell’istante in cui veniva baciata, il “principe azzurro” di turno se la sarebbe dovuta sposare per davvero! Altro che speed dating: sembra che la nuova tendenza per trovare l’anima gemella sia andare al museo!

 

Chi ha una mente fertile, può anche sfruttare la parte più creativa del sonno: i sogni. Così insegna Ronen Goldman, con il suo progetto fotografico “cuscino surrealista”.

 

Defense

 

Ispirandosi totalmente alle sue esperienze oniriche, il fotografo israelita costruisce delle foto uniche, che sembrano davvero provenire dal limbo notturno tra veglia e sonno.

 

Jump

 

Arte… o psicanalisi? Anziché raccontare i propri sogni a un analista, in effetti, si potrebbero mostrare direttamente, con macchina fotografica e photoshop! E se le immagini vi vengono proprio bene, potete iscriverle al prossimo concorso!

 

Do not open

 

In definitiva, non sappiamo se dormire sia davvero un’arte. Però può portare amore, fama, senso di sé e fortuna: un bel po’ di cose, per qualcosa che si fa senza nemmeno aprire gli occhi!

 

Italian version

 

The art of/in sleeping 

Sleeping is an art, or so it is said. But can we be sure of that? Let’s check what Gazduna, who is a specialist in staying half-asleep and half-awake, has been able to discover.

 

Our start point is Chu Yun, a Chinese artist who has created an installation for the New Museum of Contemporary Art – but what it has to do with sleep you may argue…The answer is a lot, given that such work consisted entirely of a sleeping women in prosaic white bed sheets asleep after taking a sleeping pill.

 

Aren’t you convinced? Too much “sleeping beauty in the urban jungle”, but without a happy ending? Don’t worry, we also have the upgraded version: the Ukrainian-Canadian Taras Polataiko has created a performance between Walt Disney and Adult Friend Finder! This time the sleeping girl (there were five ones taking turns) could be kissed by any single visitor. The best part though is that there was also a contract certifying that in case one of the girls opened her eyes during the kiss, the “prince charming” would have to really marry her! Better than speed dating – it seems that the new tendency to find your soul mate is to go to the museum!

 

Whoever has a more fertile mind can also exploit the most creative part of sleeping: the dreams. At least, that is what Ronen Goldman shows with his photographic project “surrealist pillow”.

Inspired by his oniric experiences, the Israeli photographer constructs unique pictures that really seem to come from a limbo halfway between asleep and awake moments. Wow, is this art… or psychoanalysis? Here is an idea: instead of just telling your dreams to the analyst, next time, take a camera and Photoshop and show it directly to him/her! And in case the result is really good, you can even enrol it in the next competition!

So, after all this we are still not sure whether sleeping is an art or not. Yet, it can bring love, fame and fortune: quite a lot of stuff for something that you can do without even opening your eyes!

 

Informazioni sull'autore Claude Holz

Claude è nato sulla costa del Brasile, per questo viene e va per il mondo come la marea. Etnografo per passione, ama osservare det/tagli della realtà. Tra le sue navigazioni troviamo esplorazioni musicali, gastronomiche, psico-analitiche ed altre ancora da scoprire. Da un po’ ha trovato il suo porto nelle scienze sociali ma va sempre da diverse parti a trovare nuove spezie. In questi viaggi porta con sè qualche racconto di Lispector come bussola e film con personaggi densi abbastanza per non dissolversi nell’acqua. [continua]

Lascia un Commento

PEDRO 2 HOME

Makoto Tojiki e le riflessioni artistiche sulla materialità della luce

English version   Alcuni artisti impiegano tutta una vita chiedendosi come usare luce e ombra nelle loro composizioni. Makoto Tojiki, ...

Dream On Cover

Alla scoperta di Dream:ON, l’app che permette di pilotare i sogni

Cari sognatori ad occhi aperti, per voi che amate fare voli pindarici da svegli perché potete decidere come ...

insomniahome

Forever I dream

Tutti gli strati dell'inconscio più i livelli di una coscienza appena assopita, su un maglione. Potrebbe essere ...

buoni e cattivi disney

Streghe e vampiri buoni VS fate e principesse cattive

Lussuria, gola, superbia, avarizia, invidia, accidia, ira. Chi di voi non è mai stato sedotto da uno di ...

pedro cover little

Aria, acqua, terra e fuoco: le migliori performance di musica estrema

  English version   A scuola impariamo che per Aristotele fuoco, aria, terra e acqua sono gli elementi fondamentali da cui ...