Erika Lust, ovvero: il porno per lei

Scritto il 27-07-2011 in Why Not? da



Oggi si parla di porno. Lo ammetto, per un feticista dell’arzigogolo letterario come me, iniziare un post senza un’ampollosa introduzione è impresa ardua, ma tant’è. Si diceva? Ah, sì: Erika Hallqvist è nata a Stoccolma nel 1977, si è laureata in Scienze Politiche e specializzata in Gender Studies all’Università di Lund. Sì ma, il porno? Eccolo: la biondissima svedese di cui sopra, stufa marcia di vedere la sessualità femminile ridicolizzata e mercificata dal mercato del porno mainstream, ha deciso di prendere in mano la macchina da presa per dire la propria.
“Non penso di sedermi ad aspettare che l’industria della pornografia reagisca, e che rivaluti da sé le sue radicate ed elementari credenze sulla sessualità femminile”, scrive Erika nel suo manifesto. “Se non ci pensiamo noi, loro non lo faranno mai”.
Dal 2004 la Hallqvist, che nel frattempo ha iniziato a farsi chiamare Erika Lust e ha fondato la Lust Films, ha firmato sei film in bilico tra raffinato hardcore e sperimentazione artistica, raccogliendo bracciate di premi e riconoscimenti in tutto il mondo. Il suo primo lavoro, “The Good Girl”, premiato come miglior corto all’International Erotic Film Festival di Barcellona, è stato distribuito sotto licenza Creative Commons ed è, ad oggi, liberamente scaricabile e diffondibile.
Attivissima su tutti i principali socialcosi, Erika ha perfino aperto uno shop on-line sul suo sito dove, oltre ai suoi video, si possono acquistare valanghe di toys per tutti i gusti. Il tutto, ovviamente, brandizzato. Perché non è detto che da un proposito nobile, non si possa anche portare a casa la pagnotta.


Informazioni sull'autore Zaziwo Ford

“Magico a giorni alterni, Zaziwo Ford millanta la risoluzione di problemi a chi da essi è afflitto. Vende abilmente lo stesso fumo entro il quale, poi, scompare cercando la via di casa. Aiutatelo.” Questo sta scritto sul cartellino posto davanti alla gabbia in cui vive il buon Zaziwo allo Zoo comunale del mondo di Oz, primo sentiero a destra, tra il leone fifone e lo spaventapasseri arrugginito. Intendiamoci: ci si trova benissimo. Cibo a volontà, nessuna seccatura e tanto tempo per guardarsi attorno. Ogni tanto, poi, lo facciamo uscire. E allora si sbizzarrisce. Dice a tutti di vivere in un luogo (ovviamente inventato) chiamato Fano, di occuparsi di web 2.0 (o qualcosa del genere) e di scrivere articoli per un blogazine che chiama Gazduna. Quassù lo conosciamo tutti e non abbiamo ragione di credere che sia pericoloso. Se non dimostrasse di amarla così tanto, nemmeno lo terremmo chiuso in gabbia. Ama leggere e scrivere ma detesta far di conto. Divora film e musica a un ritmo quasi sconveniente. [continua]

Lascia un Commento

NIPPLE-Sex-tracker-app-perfomance-sesso-home

Sex Activity: ecco come ti misuro le prestazioni sessuali con una APP!

    Sapete cos’è un sex tracker? No, non è un nuovo tipo di giocattolo erotico per ragazze... E’ bensì una ...

lego kills cover little

Non ti chiamo, ti chatto: l’amore ai tempi dei social network

In realtà l’hanno già fatto in tanti, incluso il grande Bauman con “Amore liquido” di addirittura dieci anni ...

BILF - Beard I'd like to fondle

Barba e baffi tornano di moda e gli hashtag fioccano come se non ci fosse un domani!

  Il bello degli hashtag? 1) Come ha ben detto la mia collega Mykoize, utilizzano molto spesso la parola #porn (e l'elenco ...

Se ti cucina è amore

Se ti cucina è fatta: l’amore ai tempi di Masterchef

Publisher: Sasha Lover   Tanto tempo fa lessi un racconto di non ricordo quale autore: parlava di come un cuoco ...

Nuove frontiere del touch

Arriva Durex Fundawear, la biancheria vibrante che si comanda con un dito

Publisher: AleKiado   Sei tu un dio? Se la tua risposta è no, vuol dire che dal 1984 non hai imparato ...